Messaggio del presidente

Amici, PMI-ers, e Simpatizzanti del PMI Rome Italy Chapter,

Sapete quanto rilevante sia stata l’evoluzione del PMI Rome in questi tre anni dal 2008, con un incremento della membership base che ha raggiunto un picco dell’ 80% rispetto ai primi 10 anni di vita associativa, e con una crescita della stima di cui gode il Chapter in Italia ed all’Estero, in ambito PMI ed in contesti di Business, Accademici e Istituzionali, che sarebbe riduttivo ricondurre al solo, e pur prestigioso, Award a noi tutti attribuito il mese scorso al PMI LIM & Global Congress 2010, a Washington DC.
Pure la complessità e la onerosità della gestione del Chapter (da sempre radicato su Roma e Milano per rispondere alle esigenze dei nostri PMI-ers residenti nei due poli) sono cresciute di pari passo, così come le legittime aspettative dei nostri Stakeholders (sono i Members del Chapter ed anche, per la connotazione della nostra constituency, le Aziende che esprimono Iscritti ed i cui Centri di Formazione adottano gli Standard del PMI).

In questi ultimi mesi alcune Aziende del cui patronage il Chapter ha beneficiato sino ad oggi per sostenere il livello qualitativo e l’efficienza organizzativa dei nostri Eventi, hanno espresso una comprensibile volontà di retrenching per privilegiare le esigenze formative interne in un contesto di maggior focalizzazione ed attenzione all’ottimizzazione dell’utilizzo delle risorse investite, e ciò determinerà una radicale modifica del modello organizzativo su cui il Chapter si è appoggiato sinora, ed una evoluzione verso modi operandi differenti, da definire e collaudare su un orizzonte temporale più ampio dei pochi mesi che ha davanti a sé il Consiglio oggi in carica.

Al LIM a Washington DC, ad ottobre, ho avuto l’opportunità di esporre informalmente questi challenges ahead conversando con alcuni esponenti della comunità del PMI, e mi è stato suggerito di contribuire a creare nei prossimi mesi le condizioni per una smooth transition, dal Consiglio che ha coordinato con successo il Chapter in questi tre anni, a quello che subentrerà con le prossime elezioni e che avrà il compito, più gravoso di quanto possa essere stato sinora, di assicurare la self-sustainability del PMI Rome preservando il valore culturale degli Eventi formativi offerti.

Ho deciso quindi di fare anticipatamente un passo indietro rispetto alla scadenza naturale, a fine 2011, del mandato ricevuto dal Board in carica.

A breve, una volta avviata la transizione (con i Consiglieri stiamo già confrontandoci in tema) cederò la presidenza del Chapter, come prevede il nostro Regolamento, alla Consigliere responsabile per i Programmi e lo Sviluppo Professionale, e veterana del PMI Rome, Annamaria Felici.

L’auspicio è che questo consenta anche di offrire nei mesi a venire maggiore visibilità ai contributi di tutti i Consiglieri, sia eletti che volontari, del PMI Rome, così da permettervi di affidare il vostro voto a coloro le cui performance da ora e sino al giorno delle elezioni avranno maggiormente incontrato il vostro apprezzamento.

Per il futuro non farò mancare il mio personale supporto al PMI Rome, e se sarà ritenuto utile continuerò a porre al servizio del Chapter il network internazionale di amici ed estimatori del PMI Rome che in questi anni si è andato sviluppando, ed ha espresso anche i Relatori prestigiosi che ricordiamo.

Grazie a voi tutti per questi stimolanti tre anni, e ad majora al PMI Rome !

Aldo Gebbia

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: